Celenza prepara la  Festa della Repubblica

IMG_0437

2 giugno 2017- OPEN DAY SUMMER: giornata intera per ricordare lo storico evento; festa rilanciata alla grande dall’amministrazione comunale e dall’Associazione Pro Loco.

La celebrazione svolge sempre una funzione educativa per ragazzi e giovani mentre riempie di commozione gli anziani che ricordano quel  2 giugno di 71 anni fa. Era il 1946: fu allora che il popolo italiano scelse come forma di governo la repubblica.

Ricordo come un sogno il giorno del referendum. Non avevo ancora otto anni. Ho voluto da sindaco ― e mi si lasci passare questo ricordo ― la celebrazione di questa festa: incontro  di cittadini, per giochi e riflessioni, padroni per un giorno del centro storico. In ricordo di quell’evento venne titolata nel 2002 “Piazza della Repubblica” Piazza della Repubblica (1) lo spazio ricavato a est di Piazza del Popolo. Da quella loggetta cui si giunge da piazza del Popolo attraverso due vicoletti caratteristici, si apre alla vista lo stupendo panorama della vallata del Trigno cui fanno da cornice splendida i monti che dal  Matese si estendono digradando verso l’Adriatico.

Soddisfatti e carichi il presidente della Pro Loco, dott. Nicola Serafini, cui danno una forte mano la vicepresidente, dott.ssa Antonella Aquilano, e la consigliera comunale Valentina di Nocco, delegata dal sindaco Di Laudo per gli eventi importanti.

L’evento rientra in un progetto regionale cui sovrintende la DMC costiera del Trabocchi che finanzia eventi di stampo e sapore turistico: ecco la ragioni del patrocinio della regione  Abruzzo e quello del Comune di Celenza.

BORGO&GUSTO―Un programma intenso per una giornata piena. Turisti da Vasto e San Salvo trascorreranno una giornata nella zona interna per il godimento di tutto ciò che è tipico: sosta alla Torre della Fara: monumento storico unico della zona che porta lontano nella memoria, all’epoca longobardiana e di invasioni dalla costa.Torre della Fara Il gruppo di turisti procederà poi alla volta di Celenza, a piedi, attraverso l’antico tratturo; nel ruolo di guida il sindaco Walter Di Laudo e il vicesindaco Luca Felice, entrambi appassionati camminatori. Una bella escursione in una ambiente di pace, lungo una mulattiera, un percorso non certo curato come una volta quando era frequentato giornalmente dai contadini o proprietari terrieri. Si avrà il vantaggio degli odori  aspri e forti al fiorire prorompente della primavera. A mezzogiorno in Piazza della Repubblica: sintesi storica e sui valori della festa da parte del Sindaco e quindi aperitivo ristoratore con prodotti tipici locali.

A pomeriggio, dalle ore 16,00, si anima la parte centrale del Borgo antico: da Piazza del Popolo in direzione sud per Via Vittorio Emanuele II fino all’abitazione di Giuseppe Aquilano, sarà un viavai di gente che potrà fare sosta negli spazi o vicoletti che si aprono a est ed ovest per la degustazione dei prodotti forniti da esercizi locali ed anche forestieri ammessi: Biofattoria Lecineto, caseificio Antenucci, Pub, Verde bios, bar, etc. Via Vitt. Emanuele Di tutto e di più, insomma, per un evento speciale  rilanciato quando la nuova amministrazione “Uniti si rinasce” sta per compiere il primo anno di esercizio; eh, sì, perché ci sono musica folk e canti popolari  da parte di due gruppi e non può mancare la banda musicale. Spazio per i ragazzi: tanti giochi gonfiabili in  piazza del Popolo.

Tutto nel quadro di una festa nazionale di enorme importanza non solo per ricordare l’evento quanto per comprendere e interiorizzare i valori fondamentali su cui la nostra Repubblica si fonda.

29 maggio 2017

Rodrigo Cieri

OPEN-DAY-SUMMER

 

 

Celenza 18.2 (5)

Celenza Panorama

IMG_0481

Piazza della Repubblica (2)

Via Vittorio Emanuele

Via Vittorio Eman. (1)

 

 

Vasto, convegno A.I.G.A. -Vino, diritto, economia

Locandina

COMUNICATO A.I.G.A.

Giovedi 4 maggio p.v., alle ore 15:00, si terrà presso l’Aula Magna “Carlo Anelli” del Tribunale di Vasto un convegno dal titolo “Vino, diritto, economia”, organizzato dalla sezione vastese dell’A.I.G.A. – Associazione Italiana Giovani Avvocati.

Relatori del tema saranno la Prof. Avv. Alberta Martini Barzolai, docente presso l’Università di Udine, che si occuperà dei profili civilistici con particolare riferimento alle denominazioni protette e alla tutela del marchio nel settore vitivinicolo; l’avv. Stefano Zanchetta del Foro di Treviso, che si occuperà dell’apparato sanzionatorio e in particolare della tutela penale; l’avv. Alfonso Polto del Foro di Messina che darà alcuni spunti di riflessione e formulerà le conclusioni.

L’evento gratuito è rivolto non solo ai giuristi, ma anche a tutte quelle figure del tessuto economico locale interessate alla tematica, quali imprenditori agricoli, enologi, agronomi, sommelier ed associazioni agricole di categoria.

Giro d’Italia 2017, al Blockhaus la nona tappa

l-Blockhaus-Majella-Abruzzo-Italy

Giro d’Italia 2017, presentata la nona tappa con arrivo al Blockhaus

Da Silvio Paolucci

“La tappa unisce in un abbraccio ideale, Costa dei Trabocchi e Parco nazionale della Maiella, emblema dell’offerta turistica abruzzese che coniuga al meglio l’abbinata mare-monti in una storica manifestazione sportiva come quella del Giro d’Italia”.

Il Giro d’Italia di ciclismo, edizione 2017, quella del centenario, vivrà proprio in Abruzzo, nella tappa di domenica 14 maggio, uno dei momenti clou dell’intera competizione. Infatti, nel corso della nona tappa, la Montenero di Bisaccia-Blockhaus di 139 chilometri, la carovana rosa tornerà, dopo circa cinquanta anni a percorrere la durissima salita di Roccamorice.

Nel ’67, un giovane Eddy Merckx si impose nella tappa che da Alba Adriatica condusse fino al traguardo di Lanciano. Questa volta, invece, il Blockhaus (l’arrivo è posto a 1665 metri di altitudine poichè il tratto finale non è raggiungibile), per la sesta volta nella storia scelto come punto di passaggio dagli organizzatori della “Rosa”, sarà arrivo di tappa.

Questa mattina, a Pescara, nella sede del Consiglio regionale, la presentazione ufficiale dell’evento alla presenza dell’assessore allo Sport, Silvio Paolucci, dell’assesore ai Parchi ed alla Montagna, Donato Di Matteo, e dei sindaci e rappresentanti dei Comuni abruzzesi che saranno attraversati dalla nona tappa. “Dopo tanti anni – ha esordito Di Matteo – il passaggio sulle strade della Maiella tornerà a fare selezione e a far emergere i migliori “scalatori” regalando uno spettacolo unico sia agli spettatori assiepati lungo il percorso che agli appassionati telespettatori di tutto il mondo. Tuttavia, ha aggiunto, – al di là del valore agonistico della corsa, quello che conta davvero è la possibilità per l’Abruzzo di sfruttare questa straordinaria vetrina promozionale per promuovere il territorio e fare in modo che questa splendida giornata di festa e di sport non rimanga fine a se stessa”.

Anche l’assessore Paolucci si è soffermato sugli aspetti promozionali legati alla “tappa che, in effetti, unisce in un abbraccio ideale, Costa dei Trabocchi e Parco nazionale della Maiella, emblema dell’offerta turistica abruzzese che coniuga al meglio l’abbinata mare-monti. Ritengo, inoltre, fondamentale – ha proseguito – il ruolo svolto dagli amministratori locali che, per la prima volta, hanno collaborato con la RCS e con la Regione alla realizzazione di una campagna di comunicazione mirata mettendo in piedi una serie di eventi collaterali di indubbio fascino”. Si inizierà mercoledì 10 maggio, alle ore 11:00, al municipio di Pretoro, con un incontro tra i Comuni di Montenero di Bisaccia e Pretoro, località di partenza e arrivo della nonna tappa del Giro d’Italia 2017. Si proseguirà giovedì 11 maggio, alle ore 21:00, nella Cattedrale di San Giustino di Chieti, con il concerto inaugurale della tappa eseguito dall’Orchestra sinfonica abruzzese diretta da Antonella De Angelis con il tenore Piero Mazzocchetti. Venerdì 12 maggio, alle ore 21:00, al Teatro Rossetti di Vasto, avrà luogo il concerto della corale Giuseppe Verdi. Sabato 13 maggio, alle ore 11:00, presso la piazzetta della torre medievale di Roccamorice, ci sarà l’inaugurazione del monumento dedicato a Eddy Marckx e l’intitolazione della salita di Roccamorice al campione belga che sarà gradito ospite dell’Abruzzo. Alle 19:00, nella chiesa di San Donato, sempre a Roccamorice, è previsto il concerto dell’orchestra femminile del Mediterraneo con il coro “La voce delle donne” e il tenore Lorenzo Martelli.

Domenica 14 marzo, dalle ore 10:00, al Blockhaus, vicino all’arrivo sarà allestito il villaggio Abruzzo con stand per la promozione turistica ed enogastronomica del territorio regionale. Infine, domenica 14 maggio, alle ore 10:30, nel piazzale Belvedere di Roccamorice, sì esibirà l’orchestra del saltarello abruzzese. Il fiduciario RCS, Maurizio Formichetti, dopo aver ricordato il percorso che ha portato al risultato dell’assegnazione della tappa, ha invitato gli amministratori dei Comuni interessati, come nella migliore tradizione delle corse del nord, a lasciare sul tracciato segnaletiche dedicate che richiamino altimetria e chilometraggio della tappa. Il sindaco di Pretoro Sabrina Simone ha, invece, invitato a collegarsi alla pagina facebook dedicata all’evento.

https://www.facebook.com/GirodItaliaBlockhausAbruzzo/?fref=ts per aggiornarsi in tempo reale sulle iniziative e sulle curiosità legate alla tappa del 14 maggio. (REGFLASH) DURA/17/04/20

 

 

Lanciano, 11 milioni di euro in più per il nuovo ospedale

paolucci-1

Da Silvio Paolucci

Per il nuovo ospedale di Lanciano 11 milioni di euro in più, prima pietra nel 2019 e 6 primari in arrivo entro l’anno

“La provincia di Chieti avrà tre nuovi ospedali, con un investimento senza precedenti destinato a ribaltare l’idea di cura in questo territorio”. (Silvio Paolucci)                                     #lasanitàchecambia

Entro il 2019 niente più cantieri, fine di tutti i lavori all’ospedale di Lanciano e posa della prima pietra del nuovo. Questo il programma delineato dall’assessore regionale alla Programmazione sanitaria, Silvio Paolucci, giunto al “Renzetti” per una verifica sull’andamento delle realizzazioni in corso, accompagnato dai direttori generale e sanitario della Asl, Pasquale Flacco e Vincenzo Orsatti, dal direttore del settore Investimenti e patrimonio, Filippo Manci, e dal presidente del Consiglio comunale, Leo Marongiu.

Nel corso della visita sono state fissate una serie di scadenze, a partire dal completamento dell’ex Geriatria, che diventa snodo interno importante, perché destinato temporaneamente ad accogliere le attività delle unità operative che necessitano di un restyling e quindi devono traslocare per un po’. Così entro giugno l’opera sarà riconsegnata e pronta a ospitare la Chirurgia, lasciando libero il reparto per lavori di ristrutturazione per 150 mila euro, già affidati. Nel mentre è stata ultimata la Day surgery, con dieci posti letto.

Il Pronto soccorso, invece, vedrà completata entro il prossimo luglio la seconda fase, con la realizzazione della nuova camera calda, triage avanzato, locale infermieri, attesa barellati e deposito. A seguire si darà avvio alla terza e ultima fase, che richiederà altri sei mesi. Sempre entro l’estate saranno anche aggiudicati i lavori per 5,2 milioni del Materno Infantile, per il quale sono state presentate 13 offerte, attualmente al vaglio della commissione di gara. Due tempi e due progetti, inoltre, per Cardiologia e Utic, che richiede un investimento complessivo di oltre 1,5 milioni di euro, a cui la Asl farà fronte con fondi attinti dal proprio bilancio, con previsione di affidamento dei lavori entro l’anno in corso.

Novità rilevanti, poi, per il nuovo ospedale: dei 42 milioni di euro in più sborsati dal Governo per l’edilizia sanitaria, 11 milioni sono stati destinati a Lanciano, portando la dotazione della parte pubblica da 24 a 35 milioni, lasciando al privato una quota variabile tra 40 e 60 milioni. «Il fondo più sostanzioso offre migliori margini alla Asl – ha messo in luce Paolucci – in termini di oneri e canoni di locazione da sostenere. Dopo la firma dell’accordo di programma con i Ministeri della Salute e dell’Economia, che avverrà a giugno, si può partire con la progettazione e successivamente con il bando di gara, così da aggiudicare l’opera entro il 2018 e procedere alla posa della prima pietra all’inizio del 2019. La provincia di Chieti avrà tre nuovi ospedali, con un investimento senza precedenti destinato a ribaltare l’idea di cura in questo territorio».

Ma in attesa della sanità che sarà, c’è l’impegno anche a dare più forza all’oggi, con la nomina entro l’anno dei primari di Pediatria, Ortopedia, Medicina, Anestesia e rianimazione, Neurologia e Oncologia, per i quali c’è l’autorizzazione a espletare i concorsi. Le unità operative, infatti, erano state affidate a sostituti dopo il collocamento a riposo dei primari, avvenuto nel corso degli ultimi due anni. «Che la selezione sia rigorosa e vengano scelti i più bravi – ha sollecitato l’assessore – perché queste nomine rappresentano una parte importante del ‘Renzetti’ e daranno a esso forza e autorevolezza. Il futuro comincia da qui».

 

 

 

Abruzzo, altri 42 milioni di euro per nuovi ospedali

Avezzano, Sulmona, Lanciano, Vasto
 

 Da Silvio Paolucci

 

“Una maggiore disponibilità finanziaria ci permette di costruire strutture ex novo e realizzare lavori di adeguamento per offrire ai cittadini abruzzesi una sanità sempre migliore. Si investe in sanità e il Governo dimostra di essere attento andando incontro alle esigenze del territorio. Per l’Abruzzo inizia una nuova fase di ammodernamento”.

Silvio Paolucci

IL MINISTERO GARANTISCE MAGGIORE DISPONIBILITA’ FINANZIARIA.

La giunta regionale, su proposta dell’assessore Silvio Paolucci, ha deliberato ieri di approvare la nuova proposta di accordo di programma per il settore degli investimenti sanitari. Il ministero della Salute, infatti, ha comunicato una maggiore disponibilità finanziaria di circa 42 milioni di euro di finanziamento pubblico aggiornando a 143.969.205,89 la somma messa a disposizione della Regione Abruzzo per gli interventi ritenuti prioritari tra quelli inseriti nell’Accordo di programma. Aumenta la quota pubblica delle coperture e diminuisce la parte privata.

Gli interventi proposti sono: nuova costruzione ospedale di Avezzano (importo complessivo 83.676.000,00); nuova costruzione e riorganizzazione dell’ospedale di Sulmona (30.000.000,00), realizzazione centrale operativa del 118 e parcheggio adiacente (6.330.000,00); nuova costruzione e riorganizzazione dell&rsquoospedale di Lanciano (80.006.000,00), nuova costruzione dell’ospedale di Vasto (83.676.000,00); ristrutturazione dell’ospedale di Penne (12.500.000,00). La regione ha provveduto a garantire la copertura finanziaria a carico del proprio bilancio per l’importo di oltre 12milioni comprensivo della quota del 5 per cento per la realizzazione degli interventi proposti. La restante parte pubblica di circa 80 milioni sarà destinata alla ASL di Teramo.

“Una maggiore disponibilità finanziaria – ha commentato l’assessore Paolucci – ci permette di costruire strutture ex novo e realizzare lavori di adeguamento per offrire ai cittadini abruzzesi una sanità sempre migliore. Si investe in sanità e il Governo dimostra di essere attento andando incontro alle esigenze del territorio. Per l’Abruzzo inizia una nuova fase di ammodernamento”.
(da REGFLASH) K.SCOLTA 170419

 

Daniela Felice, celenzana, neofarmacista

Daniela Felice- foto

Daniela Felice, celenzana che vive a Vasto, ha conseguito ieri, 12 aprile 2017, la laurea in Farmacia presso l’Università degli studi di Chieti. Cresce sempre di più il numero dei giovani laureati celenzani.

A Daniela le più calorose congratulazioni e gli auguri più fervidi che trovi subito lavoro e consegua importanti successi professionali.

Alla famiglia e ai nonni i più vivi rallegramenti.

Rodrigo Cieri

13 aprile  2017